Prevenzione influenza: rimedi naturali

L'arrivo dell'autunno e soprattutto dell'inverno porta con sè l'influenza, ma anche molti consigli su come combatterla. Ricordiamo che il primo presidio utile a combattere l'influenza è e rimane sempre l'alimentazione.

Rimedi naturali per la prevenzione e il trattamento dell’influenza

 

L’arrivo dell’autunno e soprattutto dell’inverno porta con sé l’influenza, ma anche molti consigli su come combatterla. Anche noi tutti gli anni rinnoviamo l’appuntamento con i rimedi anti-influenza. Ricordiamo che il primo presidio utile a combattere l’influenza è e rimane sempre l’alimentazione.

Tuttavia molti sono i rimedi che la natura ci mette a disposizione per stimolare il sistema immunitario e combattere i malanni dell’inverno, in questo articolo ci occuperemo proprio di questo, mentre per altri approfondimenti vi rimanderemo ad articoli precedenti

Alimentazione

Una corretta alimentazione, è il modo migliore per fornire all’organismo utili strumenti per prevenire i malanni di stagione, sconfiggere l’infezione in corso e rimettersi più in fretta. I nemici letali per virus e batteri sono sicuramente gli antiossidanti che neutralizzano i radicali liberi, che ogni giorno aggrediscono il nostro organismo.

Quindi per armare il sistema immunitario all’arrivo dell’influenza stagionale vale la regola delle 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, che ci assicurano il pieno di antiossidanti.

Potenti antiossidanti sono i pomodori ricchi di licopene, responsabile del suo colore rosso, vanno benissimo anche passate e conserve, e ancora molto utili per la prevenzione e la cura delle malattie da raffreddamento sono i carotenoidi pigmenti gialli e rossi precursori della vitamina A, contenuti anch’essi in frutta o verdura, in particolare in: carote, zucca, patate, spinaci, barbabietole rosse, broccoli, cime di rapa. E naturalmente tutte le vitamine, in particolare la vitamina C (abbondante in agrumi, pomodori, kiwi, ananas, frutti di bosco, broccoli, cavolfiori), la vitamina E (in germe di grano, mandorle, nocciole, patate, olio extravergine di oliva). Non dimentichiamoci poi della Vitamina D. Approfondimento: Continuiamo ad occuparci di influenza…La prevenzione con la Vitamina D e Vitamina D fonte di salute e benessere. A tale proposito l’assunzione quotidiana di vitamina D associata a probiotici per tutto il periodo invernale ha un’ ottima azione di stimolo sul sistema immunitario.

Anche gli acidi grassi Omega-3, contenuti soprattutto nel pesce, oltre ad avere un effetto benefico sull’apparato cardiovascolare, sulle funzioni cerebrali e su quelle visive, sembrano favorire un miglior funzionamento del sistema immunitario.

Qualora fossimo tra le prime vittime  dell’influenza dobbiamo tener conto che essa modifica le spese energetiche, proteiche e idriche a causa della febbre e che, quindi la dieta deve fornire soprattutto acqua, sali minerali, carboidrati e proteine. Sono molto indicate le spremute di agrumi che, oltre a reintegrare le perdite idriche, apportano una buona quantità di vitamina C, per stimolare le difese immunitarie.

Via libera ad agrumi, broccoli, frutti di bosco, kiwi, peperoni, pomodori e ravanelli, oltretutto il cavolo, la verza e i broccoli contengono minerali come il ferro, sali minerali e vitamine che agiscono potenziando gli enzimi protettivi e le difese immunitarie del nostro organismo. 
Altri ortaggi di uso comune di cui può essere aumentato il consumo in cucina nei mesi invernali sono la cipolla e l’aglio : oltre ad essere ricchi di vitamine e sali minerali, hanno proprietà antisettiche ed espettoranti, fluidificano ed eliminano il catarro. Infine usare il limone come condimento al posto dell’aceto facilita l’assorbimento del ferro degli alimenti che ne sono ricchi (cavoli, spinaci, carni rosse), potenziando quindi le difese naturali contro raffreddore, mal di gola e tosse.

 

Qualche altro suggerimento…..

  • Integrare i liquidi –  Bere almeno 1,5 litri di acqua ed eventualmente aggiungere bevande salutari, come un infuso di rosa canina che contiene importanti quantità di vitamina C, zinco, flavonoidi e tannini, oppure tisane tiepide dolcificate con miele
  • Dormire almeno 7 ore e fare pasti ad orari regolari. Niente fumo poiché indebolisce l’apparato respiratorio
  • Curare l’ambiente domestico – Aprire le finestre più volte al giorno per almeno 15 minuti. Questo per favorire un buon ricambio di aria (il ristagno favorisce la proliferazione batterica)
  • Scegliere con cura l’abbigliamento – Vestirsi a “cipolla”, no ai capi troppo pesanti che provocano abbondante sudorazione. Sì alla lana sulla pelle che offre un ottimo isolamento termico
  • Non trascurare l’attività fisica.

Infine seguire una dieta rispettosa delle intolleranze alimentari, ovvero dell’infiammazione da cibo aiuta il sistema immunitario a mantenersi efficiente, favorendo la rimozione e il controllo di quei fattori che possono contribuire alla comparsa o al mantenimento di infezioni ricorrenti, in particolar modo a livello respiratorio, ma anche a livello cutaneo o intestinale. Quando il sistema immunitario è impegnato sul fronte intestinale a controllare la tolleranza dei cibi, non può “occuparsi” dei batteri e dei virus presenti in altri settori, o quantomeno lo fa con difficoltà.

 

E’ bene ricordare che l’influenza e le malattie da raffreddamento rappresentano anche un’ottima occasione per far convivere la Medicina allopatica ed omeopatica.

Per es.: la prevenzione antinfluenzale può vedere insieme vaccino e immunostimolante omeopatico.

La cura dei sintomi influenzali ha nei rimedi omeopatici un potente alleato ed essi possono rappresentare la prima scelta, così come prima scelta deve essere l’antibiotico laddove una sindrome influenzale esiti in polmonite.

La prevenzione influenzale soluzioni e rimedi messi a disposizione dalla natura

Da alcuni anni ormai, un’efficace risposta nella prevenzione antinfluenzale è fornita da alcuni preparati omeopatici a base di selezionati componenti immunostimolanti; in grado di indurre una risposta immunitaria detta “cellulo-mediata”, ovvero in grado di annientare il virus influenzale uccidendo la cellula infettata dal virus stesso e quindi privando quest’ultimo dell’ambiente ideale per la sua replicazione e moltiplicazione. Questo tipo di azione immunostimolante by-passa il problema della variabilità antigenica dei virus influenzali, che è invece il punto debole del vaccino.

Tra questi prodotti ricordiamo Anascoccinum,  Homeos 42, Omeogriphi, Oscillococcinum . . particolarmente indicati nella prevenzione e cura dell’influenza, delle infezioni virali, e del raffreddore. Tali prodotti hanno una azione immunostimolante aspecifica, nei suddetti preparati si trova spesso oltre ad altri rimedi l’Anas Barbarie, che è un autolisato di fegato e cuore di anatra. Gli organi di questo animale sono spesso colonizzati da batteri e virus influenzali che le anatre contraggono nei paesi prima di migrare verso l’Europa. La posologia e la via di somministrazione sono molto semplici:

Prevenzione: 1 dose sub-linguale alla settimana per 6 settimane (cicli ripetibili).

Terapia in acuto: 1 dose da 1 a 3 volte al giorno.

 

E’ bene ricordare che l’efficacia di questi rimedi è stata verificata scientificamente mediante alcuni studi tra cui ricordiamo

Homoeopathic Oscillococcinum for preventing and treating influenza and influenza-like syndromes 
Oscillococcinum for influenza treatmentValutazione comparativa di Omeogriphi® vs vaccino nella prevenzione della sindrome influenzale in età pediatrica Studio prospettico, multicentrico, controllato, randomizzato

Efficacia di un medicinale omeopatico complesso nella prevenzione delle infezioni respiratorie ricorrenti in bambini ad alta suscettibilità “ Studio controllato, randomizzato”

Assai utile inoltre al fine di affrontare l’influenza stagionale e l’attacco di almeno altri 200 virus diversi che provocano sintomi analoghi a quelli influenzali, è per esempio un medicinale omeopatico, Citomix costituito da un  Mix di Citochine (le sostanze prodotte dalle cellule del Sistema immunitario, in grado di guidarne efficacemente la funzione) e rimedi omeopatici in grado di stimolare efficacemente il Sistema Immunitario tanto nelle condizioni acute, quanto in quelle croniche e soprattutto attivo nel prevenire le sovra-infezioni batteriche, che possono verificarsi se l’influenza non è ben curata o trascurata

Un altro preparato utile è Influenzinum (I.N.F.) 200K un medicinale omeopatico preparato a partire dai ceppi influenzali precedenti di cui prendere 1 Tubo Dose ogni 4 settimane per 3 volte; usando un giorno fisso della settimana come punto di riferimento In alcuni casi, con soggetti più deboli è consigliabile fare continuare l’assunzione in altre date successive, anche per più di tre volte.

 

Alcuni fitoterapici ……..

Tra le piante con virtù immunostimolanti è da annoverare l’Echinacea: pianta erbacea perenne della famiglia delle asteracee originarie del Nord America essa è nota per le innumerevoli virtù salutari sia nella varietà Angustifolia che Purpurea, non è da meno la varietà Andrographis paniculata nota come Echinacea dell’ India utilizzata da secoli come rimedio contro le malattie infettive. Essa vanta proprietà antibiotiche naturali. Altra pianta da ricordare è l’Uncaria Tomentosa, appartenente alla famiglia delle Rubiacee (pianta del sud America) utilizzata per ferite,  ulcere, infiammazioni e dolori articolari. Le parti utilizzate sono la corteccia del fusto e le radici, ricche di principi attivi come triterpeni poiliidrossilati, acetil derivati del  beta-sitosterolo. La pianta ha proprietà immunomodulanti che sono attribuibili ad una stimolazione della produzione di linfociti Natural Killer che hanno la caratteristica di aggredire le cellule il cui DNA sia invaso da DNA o RNA virale. Esiste in commercio un prodotto che contiene entrambe (Echinflu) come profilassi se ne assumerà una capsula 2 volte alla settimana

Utile anche una prevenzione con l’Astragalo una radice cinese che attiva il sistema immunitario e stimola il sistema nervoso. Numerosi sono i costituenti del fitocomplesso di Astragalus membranaceus (flavonoidi e isoflavonoidi, amminoacidi, acidi fenolici, minerali ecc.), ma l’azione di stimolo delle difese immunitarie è da attribuirsi innanzitutto ai suoi polisaccaridi del gruppo dei glucani e alle saponine. I polisaccaridi sono responsabili anche dell’azione antivirale dell’astragalo (in particolare nei confronti dei rhinovirus, i virus del raffreddore). Significative anche altre proprietà dell’astragalo, come quelle antiossidanti, dovute essenzialmente al suo contenuto in flavonoidi,  epatoprotettrici, ipotensive e adattogene. Attenzione tra le controindicazioni segnaliamo che non è indicato in chi è sottoposto a terapia con farmaci immunosoppressori o con anticoagulanti ed antiaggreganti piastrinici.

 

I minerali…….

Ricordiamo la validità di un’integrazione con alcuni minerali ad esempio una miscela di Manganese-Rame-Zinco o alternativamente una dose al giorno (5 ml), durante o dopo la prima colazione, di Oximix 1+Immuno una soluzione di oxiprolinati efficace nelle forme infettive sia virali che batteriche, comprese quelle acute e febbrili (l’azione antinfettiva è determinata dalla presenza nella miscela di zinco, magnesio, manganese, rame, selenio e vitamina C)

 

E ancora………

Non dimentichiamoci infine delle proprietà antiossidanti e di stimolo del sistema immunitario efficaci quindi nella prevenzione delle malattie invernali della papaia …vedi articolo: Le proprietà della papaia e di nuovi complessi ottenuti dall’ associazione di Crucifere (in grado di ridurre la PCR -Proteina C Reattiva- e altre citochine proinfiammatorie) con Zinco, Manganese (potenti attivatori delle naturali funzioni antiossidanti) e Betaglucani (che modulano il sistema immunitario), che possono essere usati  a lungo in fase preventiva, e l’associazione dei vari componenti consente di utilizzarli anche in casi acuti (tosse, bronchite, raffreddamenti) per aiutarne la rapida risoluzione.

Molti sono i rimedi da noi menzionati, per la scelta vi consigliamo di consultarvi con il vostro medico di fiducia.

mm
Informazioni su Studio Medico Perrone & Associati (546 Articoli)
Con sede in Corso Sempione 8 a Milano, propone un approccio integrato tra la Medicina allopatica e naturale. Da oltre 20 anni si occupa di Alimentazione, Intolleranze Alimentari e Medicina Estetica.