Fai il test per le intolleranze e perdi peso

perdi peso
Fai il test per le intolleranze alimentari e perdi peso con la dieta di rotazione
E’ bene precisare che una dieta che controlli l’infiammazione da cibo (intolleranze alimentari) consente di perdere peso, recuperando il proprio “peso ragionevole”, diminuendo soprattutto la massa grassa senza senza intaccare quella massa magra, che comporterebbe una diminuzione del metabolismo.
Come fare?
Per seguire un programma  nutrizionale che controlli l’infiammazione da cibo e favorisca il recupero della tolleranza alimentare è necessario avere a disposizione i risultati di un test per la ricerca delle intolleranze alimentari (Test DRIA, Food Intolerance Test). Una volta individuati gli alimenti a cui si è “intolleranti” è necessario seguire una dieta di rotazione

Intolleranze alimentari: aumenta il peso e l’infiammazione
Il legame tra intolleranze alimentari e infiammazione trova sempre nuove conferme, come abbiamo più volte affermato l’infiammazione può contribuire allo sviluppo di obesità, insulino-resistenza, diabete mellito e malattie cardiovascolari (aterosclerosi).

Sempre più certezze sul legame Intolleranze Alimentari e aumento di peso, tutta colpa dell’infiammazione !!!!
L’Obesità è oramai considerata da molti anni una malattia infiammatoria, così come le patologie metaboliche ad essa associate (diabete mellito tipo 2 e Sindrome metabolica) sono caratterizzate da una risposta infiammatoria cronica di basso grado caratterizzata da una alterata produzione di citochine, aumento delle proteine della fase acuta e modesto aumento della proteina c-reattiva (PCR). 

Sovrappeso-Obesità: malattia infiammatoria ?

Da un articolo comparso su The Journal of Clinical Investigation dal titolo “Obesity-induced inflammatory changes in adipose tissue” (Wellen KE, Hotamisligil GS J Clin Invest 2003 December 15; 112(12); 1785-1788) emerge chiaramente l’importanza che il sistema immunitario ha nella patogenesi dell’ obesità infatti appare evidente che il tessuto adiposo degli obesi è caratterizzato dall’ infiltrazione di macrofagi e che essi sono una importante fonte di infiammazione di questo tessuto (macrofagi = fagociti che inglobano antigeni,cellule infette, danneggiate o vecchie essi intervengono quando è in corso un’infiammazione, nella risposta immunitaria, sia cellulo-mediata sia anticorpale. La considerazione rapida di questi studi è di assegnare un ruolo importante ai macrofagi nei cambiamenti molecolari che si presentano nel tessuto adiposo dell’ obeso.
Il tessuto adiposo di tutti i mammiferi è dotato di due tipi di cellule adipose: adipociti bianchi e bruni. Questi due tipi cellulari sono molto diversi tra loro sia per caratteristiche morfologiche che funzionali.